“Le sorelle Mazzetti” a Terracinia

“Le sorelle Mazzetti” a Terracinia

Il 27 Gennaio 2018 si inaugura presso il Museo della Città e la Galleria “Aqua Art Gallery” di Terracina, l’evento  “Le sorelle Mazzetti”.

L’evento ideato e curato da Elvira Bianchi  e Francesco Canini, propone una panoramica sull’affascinante vita delle due sorelle gemelle Lorenza e Paola Mazzetti. Le poliedriche artiste, che spaziano dalla letteratura alla pittura e al teatro e, nel caso di Lorenza, al cinema, incontreranno il pubblico nel  Museo della Città per raccontare la loro vita, imbevuta di ricerca e di impegno artistico, e presentare, oltre a una nutrita  produzione editoriale, un documentario  sull’esperienza cinematografica di Lorenza. Subito dopo nella ci sarà l’inaugurazione della mostra delle loro opere pittoriche, che durerà fino al 28 Febbraio 2018.

La biografia ci racconta che  le due sorelle, orfane di madre da sempre e di padre troppo presto, vanno a vivere ancora bambine vicino Firenze, nella villa della zia paterna Mina Mazzetti, sposata con Robert Einstein, cugino di Albert. Qui Paola e Lorenza trascorrono anni allegri e felici in compagnia delle cugine e degli zii, fino a quando nell’agosto del ‘44, un attimo prima dell’entrata delle truppe inglesi (Albert Einstein era già fuggito in America), una squadra delle SS trucida Mina Mazzetti e le figlie davanti ai loro occhi. Lo zio Robert che era stato convinto a nascondersi, si suiciderà l’anno dopo. Da questo drammatico epilogo nasce  il romanzo autobiografico scritto da Lorenza Il cielo cade, in un primo tempo rifiutato da tutti gli editori ma poi, grazie a Cesare Zavattini che l’ha proposto ad Attilio Bertolucci, editato da Sellerio ha vinto il premio Viareggio nel 1962.  Ispirato al romanzo è il film omonimo dei fratelli Antonio e Andrea Frazzi, con la partecipazione dell’attrice Isabella Rossellini. 

Lorenza, pittrice, scrittrice e regista, nel 1956 ha contribuito a Londra alla nascita del movimento del “Free Cinema” firmandone insieme a Lindsay Anderson, Tony Richardson e Karel Reitz il manifesto, scritto come documento di presentazione della prima rassegna promossa dal gruppo. Together è il suo film più noto. Fu presentato nel programma che diede avvio al movimento del “Free Cinema Inglese”, e vinse a Cannes il premio per il miglior film d’avanguardia. Oltre al Cielo Cade ha scritto Diario londinese, pubblicato sempre da Sellerio e già tradotto in Inglese. Con Rabbia e Mi presta la pistola per favore, sono da poco stati riproposti da La nave di Teseo, che sta per pubblicare anche l’ultimo suo libro: Per mangiarti meglio bambina mia. Dopo la mostra Storia di una bambina sotto il fascismo, inaugurata a Roma dal Ministero dei Beni Culturali e riproposta in vari posti fra cui Firenze, Mantova e Dresda, propone oggi a Terracina i suoi: “Paesaggi Immaginari”.

Paola, scrittrice, pittrice, psicologa e psicoterapeuta, oltre ad offrire terapie individuali con un suo metodo riferibile alla Gestalt, svolge da molti anni corsi e laboratori di “Attivazione Creativa” nei quali la metafora teatrale e il disegno o pittura spontanea sono parte integrante del metodo. Conduce anche gruppi di teatro-terapia e con la sorella Lorenza ha diretto per oltre dieci anni  il “Puppett Theatre”, teatro di marionette per bambini a Campo de’ Fiori. Ha scritto diversi libri tra cui Di che segno sei?, E tu di che fiore sei?, basato sulla teoria dei fiori di Bach, e Raccontare per essere, in cui stabilisce i principi e i fondamenti del suo sistema terapeutico. A Terracina propone le sue opere a tecnica mista.