«IndipendenteMente – festival dell’editoria e delle arti»

«IndipendenteMente – festival dell’editoria e delle arti»

Il Castello Visconteo di Belgioioso, incantevole struttura trecentesca in provincia di Pavia, è pronta ad aprire la sua ala orientale, attraverso il ponte levatoio di piazza Vittorio Veneto, per ospitare “IndipendenteMente – festival dell’editoria e delle arti”.

Tra il 6 e l’8 ottobre, infatti, il castello ospiterà nelle sue sale gli stand di diverse case editrici indipendenti, offrendo gratuitamente ai visitatori l’opportunità di confrontarsi in maniera diretta con gli editori o i loro rappresentanti.

La partecipazione del pubblico è garantita anche dalla vastità di eventi che andranno ad animare il festival: laboratori di scrittura teatrale e di teatro comico, dibattitti su temi letterari attuali discussi da saggisti, filosofi, editori, docenti, giornalisti ecc., e presentazioni di libri in presenza dei rispettivi autori.

Sarà, inoltre, possibile per i visitatori accedere alle mostre e alle esposizioni artistiche di vario tipo permanenti nel castello (percorsi fotografici, opere in ceramica, dipinti ecc.).

Ensemble parteciperà in maniera attiva, durante le tre giornate, sia con il proprio stand e con i suoi direttori – Matteo Chiavarone (direttore editoriale) e Davide Morbidelli (direttore commerciale) – sia con la presentazione di alcune delle sue ultime uscite.

A tal riguardo, potremo assistere, il 6 ottobre alle ore 19:30, a quella di “I provinciali” (Ensemble, 2017), di David Manzoni. Il libro, fortemente apprezzato dalla critica, sarà presentato dall’autore emergente e da Marco Vagnozzi, filosofo.

Il 7 ottobre alle ore 15:30, invece, avremo l’autore Daniele Borghi e l’editore Matteo Chiavarone ad illustrarci “La cresta dell’upupa” (Ensemble, 2017), un romanzo dai risvolti rocamboleschi ambientato in un’inedita Roma odierna.

Infine, durante l’ultima giornata del festival, alle ore 16:00, Arianna Giancani sarà presente per parlarci di Amelia, protagonista del suo “I morti di Amelia” (Ensemble, 2017): un romanzo che, con toni leggeri e con un irresistibile umorismo nero, ci parla dell’amore per la vita perpetrato attraverso l’omicidio.

È prevista grande partecipazione a questo evento che va a favorire l’incontro diretto tra il lettore e l’editoria indipendente e va a sviluppare il dibattito letterario e la creatività di chiunque voglia cimentarsi nei diversi laboratori teatrali.