Inediti di Valentina Casadei

Inediti di Valentina Casadei

Pubblichiamo tre poesie inedie (“Correndo”, “Spero non finisca mai” e “Senza ricompense”)  di Valentina Casadei.

CORRENDO di Valentina Casadei

Correndo
Feci come Orfeo,
Mi girai.
Non cercavo l’amore
Ma ciò che sono stata,
Delicata,
Controllavo fossi ancora lì,
Premurosa,
Rassicuravo la fatica e il sudore
Di non esser stati vani.

Correndo
Non mi sono più fermata.
E ho invocato tanti cieli,
Tutte le libellule in bottiglia
Sono state liberate
E i venti che spostavano,
Le loro magre ali,
Sono tornati a fare sbattere
Finestre
Come schiaffi su guance immacolate.

Continuavo a correre
E quando perdevo il fiato
Morivo correndo
Dannata
Per tutto l’amore ricevuto.

SPERO NON FINISCA MAI di Valentina Casadei

Spero non finisca mai
Questa mia vitale spinta,
Che da dentro esce fuori,
Dalla bocca e dagli occhi,
Che mangia tutte le polveri,
Che prima di toccare terra
Frantumano
I vetri della finestra di fronte
E rinunciano ai fragori dell’allodola
Che muore.

SENZA RICOMPENSE di Valentina Casadei

Senza ricompense
Ti domando,
Nuova,
Di abbracciarmi a tutti gli angoli
A tutte le curve
Di prestarmi le tue lunghe braccia
Come tentacoli vibranti
Sibillini
Fra le spire di vecchi sobborghi
D’altri tempi
E altre uscite
Per trovare
Il percorso che mi porta
Verso la cascina
In cui ci nascondevamo
Per fare l’amore.

***

A ventiquattro anni, Valentina Casadei è una sceneggiatrice, poetessa e fotografa italiana. Abita a Parigi da tre anni. Si è laureata in storia dell’arte a Bologna e ha appena finalizzato un master anglofono in regia e sceneggiatura a Parigi. Gli ultimi due anni, ha girato due cortometraggi “Tutto su Emilia” (2016) et “I Nostri Giorni Benedetti” (2017), che sono stati selezionati in molti festival internazionali.