"Crollo di Impero": una poesia inedita di Emilio Smunti/Ludovica Lanini

“Crollo di Impero”: una poesia inedita di Emilio Smunti/Ludovica Lanini

Oggi pubblichiamo “Crollo di Impero”, una poesia inedita di Emilio Smunti/Ludovica Lanini, autrice che fa parte della Rome’s Revolutionary Poets Brigade.

Crollo di Impero di Emilio Smunti/Ludovica Lanini

Sopravvissuti
– quasi –
intatti alla notte
le occhiaie di nero
sentirsi davvero
da crollo di impero:
l’acre nell’aria a occludere crudele
le vie respiratorie
diaframma freddato
le fiamme a fanfara procedere ostinate
divampate impietose d’ogni punto cardinale
il tremare a tradimento della terra
la ferita roboante a sventrare fondamenta
lo sgomento delle viscere in fermento del suolo
e le armate dei barbari a corrompere il confine
lo spurgo straniero a singhiozzo d’eterna terza guerra mondiale
li vedi rincasare
ultima corsa unica donna
bianca
nella calca meticcia direzione riposo Prenestina
la circolare carica di rughe stanche fibre spossate tessuti neurali svuotati
di fine giornata lavorativa.

Emilio Smunti/Ludovica Lanini nasce a Roma, dove a tutt’oggi continua ad aggirarsi, rigorosamente a piedi e privilegiandone gli angoli più cupi e fangosi. Inizia a scrivere poesie in seguito all’incontro con il poeta americano Jack Hirschman, avvenuto inaspettatamente in casa propria. Membro della Rome’s Revolutionary Poets Brigade, ha partecipato con il gruppo a diversi reading e pubblicato in alcune antologie. Linguista, da sempre subisce il fascino delle parole e non cessa di crederle incredibilmente potenti.